Novità

Drinktec 2017: focus sulla lubrificazione dei nastri trasportatori

31. Luglio 2017

Drinktec 2017: focus sulla lubrificazione dei nastri trasportatori

Tutti i vantaggi della lubrificazione dry e wet in un unico lubrificante.

Una lubrificazione controllata ed uniforme dei nastri trasportatori è decisiva per l’affidabilità dei processi negli stabilimenti di imbottigliamento di bevande. Klüber Lubrication presenterà al Drinktec 2017 (padiglione A3, stand 332) la serie Klüberplus C2 Dry, una famiglia di prodotti innovativi per la lubrificazione di nastri trasportatori, in grado di coniugare i principali vantaggi delle soluzioni convenzionali wet e dry: bassi consumi e riduzione al minimo dei residui. Tutti i prodotti della serie, sviluppati per i requisiti specifici del trasporto di imballi in cartone, di bottiglie PET e di lattine, sono registrati secondo NSF H1 ed esenti da sostanze perfluorurate (PTFE).

“Lo stato di sviluppo dei lubrificanti moderni è talmente avanzato che oggigiorno dovrebbero essere considerati come veri e propri componenti del processo produttivo, tanto sono in grado di influenzare l’affidabilità dei processi e conseguentemente i costi di manutenzione e d’esercizio”, spiega Jürgen Murhammer, Global OEM Manager Food Industry presso Klüber Lubrication. “La nostra serie Klüberplus C2 permette una lubrificazione eccellente di tutti i punti critici di un nastro trasportatore, contribuendo sensibilmente alla riduzione d’attrito tra lo stesso nastro e il packaging. Tali lubrificanti rispondono inoltre ai requisiti di tutela dell’ambiente e sicurezza sul lavoro: un supporto effettivo alla Aziende in sede degli audit periodici a cui vengono sottoposte per l’attestazione dei più alti standard d’igiene.”

Durante il Drinktec 2017 Klüber Lubrication presenterà anche il suo ampio portfolio di servizi che prendono il nome KlüberEfficiencySupport, un protocollo finalizzato tra le altre cose ad aiutare gli utilizzatori dell’industria delle bevande ad analizzare i consumi energetici e prevenire fermi macchina. Merita infine particolare attenzione il nuovo software denominato EfficiencyManager, una soluzione per la programmazione dei processi, allineata ai principi dell’industria 4.0.