Klüber promuove una maggiore sicurezza alimentare

Una efficace gestione dei lubrificanti garantisce l’incremento della produttività e l’aumento della sicurezza alimentare: ecco come

La corretta manipolazione dei lubrificanti è fondamentale nelle operazioni quotidiane di manutenzione. Le seguenti misure aiutano i responsabili di stabilimento e manutenzione a sensibilizzare i collaboratori circa l’importanza del tema, così da rafforzare il senso di responsabilità e quindi la cultura della sicurezza alimentare nella loro azienda.

Innanzitutto è indispensabile una formazione esaustiva degli operatori riguardo i lubrificanti e i relativi processi di lubrificazione, così da garantirne il corretto utilizzo. Avendo chiari i principali punti applicativi, nonché le relative criticità e requisiti a livello di lubrificazione, possono infatti partecipare attivamente all'ispezione e all'implementazione delle misure necessarie, aumentando quindi la disponibilità degli impianti e facendo diminuire il rischio di contaminazione alimentare.

Quando si introducono lubrificanti H1, omologati per l’uso nell’industria alimentare, è poi altamente consigliato verificare preventivamente la miscibilità tra il lubrificante esistente e quello nuovo con il supporto di specialisti e, se necessario, analisi di laboratorio. In questo modo si garantisce un cambio di lubrificante senza spiacevoli sorprese. Ciò è particolarmente utile nel caso in cui la sostituzione debba necessariamente essere effettuata durante il funzionamento, senza prevedere un fermo macchina per una completa pulizia dei componenti.

Un ulteriore misura che favorisce una maggiore sicurezza alimentare, oltre ad allegerire il magazzino, è una riduzione del numero di tipologie di lubrificante. Se non è possibile utilizzarne un’unica tipologia, si deve optare per uno stoccaggio separato per i prodotti food-grade: confondere tali lubrificanti può portare all’utilizzo di un prodotto sbagliato in uno specifico punto di lubrificazione, aumentando di conseguenza il potenziale rischio di contaminazione dell’alimento.

Un altro modo molto efficace per ridurre sia il rischio di errato utilizzo sia di manipolazione impropria dei lubrificanti è l'introduzione di un sistema di etichettatura facilmente comprensibile e collegato ad un piano di lubrificazione: attraverso codici di colore o simboli permette infatti una facile interpretazione dei diversi tipi di lubrificanti e le relative destinazioni d’uso.

Tutto questo contribuisce in modo significativo a ridurre al minimo i tempi di fermo impianto indesiderati e a prevenire il rischio di contaminazione: un obiettivo che deve essere sempre presente e tra i propositi fondamentali di chi opera in questo settore.

 

 

Pubblicato su TecnAlimentaria (maggio 2021)

Contattaci

Contattaci

Siamo a tua disposizione per qualsiasi richiesta!

Per ulteriori informazioni sul trattamento dei data forniti tramite la scheda di contatto, preghiamo vedere la nostra privacy policy.